Le Tonnare di Stintino (Beach Resort over 12 anni)

Via delle Mattanze, Stintino SS - Sardegna
Contatta - vedi su mappa
APERTI
dal 01 Giugno 2023 al 17 Settembre 2023
Premio ECCELLENZA A DOG

Perché siamo A DOG ?

Gli animali possono divertirsi nello sgambatoio in erba recintato (DOG Garden – Walking Area), sempre in compagnia del proprio amico uomo; all’interno del Resort possono circolare solo se accompagnati al guinzaglio o in borsa, ma sono esclusi i servizi comuni; al ristorante, previa richiesta ed autorizzazione del maître, vi sono tavoli riservati agli ospiti con cani nell’area “Labirinto” con tavoli in pietra.


Servizi Speciali A DOG

  • Area sgambamento Cani
  • Accesso Ristorante ai Cani
  • Visite guidate con cane

Siamo Ideali anche per...

  • GLUTEN FREE: Ogni giorno lo chef studia nuove e gustosissime ricette totalmente gluten free, ma senza assolutamente rinunciare al gusto della cucina tradizionale. Due cucine ben divise e un menù ricco di piatti davvero ottimi e fatti con la massima attenzione alle materie prime. A disposizione un cameriere che servirà al tavolo chi usufruisce del servizio.  E' previsto un costo extra aggiuntivo.

Vicino a noi puoi visitare...


Spiagge A DOG


Animali Ammessi

  • Cani taglia Piccola
  • Cani taglia Media
  • Gatti
  • Altri Animali

Servizi per Animali

  • Ciotole

Servizi Struttura

  • Accesso Disabili
  • Aria Condizionata
  • Accetta Carte di Credito
  • Ristorante
  • Parcheggio Privato
  • Piscina
  • Navetta/Trasferimenti
  • Spiaggia Privata
  • Giardino
  • Biciclette
  • Tv

Descrizione

IL VILLAGGIO E' OVER 12 ANNI (bambini 0/11 non ammessi). Nella punta più estrema della Sardegna nord occidentale, c’è il bel paese di Stintino adagiato su uno stretto promontorio, da cui prende il nome, e di fronte ad esso un mare turchese e limpido e una vista straordinaria sull’imponente Golfo dell’Asinara con la sua isola e spiagge da sogno. “Le Tonnare di Stintino” è un villaggio turistico unico nel suo genere. Realizzato dalla ristrutturazione di un antico stabilimento di lavorazione del tonno, che per molti anni è stato il simbolo di tutta questa speciale regione costiera, è situato a 3 km circa da Stintino, piccolo borgo marinaro, fondato nel 1885 da agricoltori e pescatori in uno dei tratti di costa più caratteristici di tutta la Sardegna. In posizione panoramica ed esclusiva il Villaggio si evolve, con le sue camere, in orizzontale, su un’area di circa 15 ettari di natura incontaminata, con accesso diretto su un mare meraviglioso. Dal 2021 il Villaggio Le Tonnare è gestito da BESTAR HOTELS nel pieno concetto di una vacanza all’insegna del relax, del profumo del mare e dei sapori della cucina mediterranea.


Video


Nei Dintorni

Il territorio stintinese è un lembo di terra tra due mari. A ovest il suggestivo ‘mare di fuori’, con costa alta e frastagliata alternata a calette di sabbia e ciottoli: da Capo Falcone, luogo selvaggio sorvegliato anch’esso da una torre spagnola (la più alta della Nurra) e sorvolato da falchi pellegrini e della regina, sino a Cala del Vapore, attraverso Valle della Luna e Coscia di donna. A est il ‘mare di dentro’, all’interno del golfo: costa bassa e riparata che dalla Pelosa, passando per L’Ancora e gli scogli di Punta Negra, arriva sino ai sassolini bianchi e tondi del lungo litorale de Le Saline ed Ezzi Mannu. In mezzo un’oasi naturale con stagni (Cesaraccio e Pilo), dove vivono airone rosso, garzetta e martin pescatore. In principio Stintino era un paesino di pescatori, del tutto simile a Cala d’Oliva sull’Asinara, borgo di provenienza delle 45 famiglie liguri, che lo fondarono nel 1885, quando il Regno d’Italia insediò sull’isola lazzaretto e colonia penale, ‘sfrattando’ gli abitanti. Il paese, Comune dal 1988, sorge in una lingua di terra tra due insenature – isthintìni significa ‘intestini’ – i porti ‘Vecchio’ e ‘Nuovo’, dove sono ormeggiati gozzi in legno a vela latina, di cui Stintino è ‘capitale’. Dal 1983 ne ospita una famosa regata. La storia del paese è indissolubilmente legata a pesca e lavorazione del tonno: la rivivrai nel museo delle Tonnare, che sorge nella tonnara ‘Saline’, attiva sino agli Settanta del XX secolo. Un tempo principale fonte economica, dal 2016 racconta il modus vivendi stintinese: farai un percorso lungo le ‘camere’ (le stesse che compongono le reti per i tonni), corredate da strumenti originali e immagini. La pesca è alla base della tradizione culinaria: polpo in agliata e alla stintinese, zuppa d’aragosta, bottarga di tonno, frutti di mare e pescato fresco, da assaporare nei ristoranti delle stradine del borgo e della costa (i testi di questa pagina sono scritti da sardegnaturismo.it).