Visitare Chianti con il cane

Visitare Chianti con il cane

Visitare il Chianti con il cane, se amate la natura e i borghi, è la zona ideale sia per fare delle lunghe passeggiate, sia per delle escursioni culturali.

A San Casciano si trova il museo di Santa Maria del Prato, ospitato nella chiesa omonima. Questa fu costruita nel Trecento dai frati domenicani, e accoglie le opere d'arte dell'antica Compagnia della Misericordia. Qui si trovano i dipinti e le sculture attribuite ad importanti artisti fiorentini e senesi. Lo si può visitare il martedì pomeriggio, il mercoledì mattina, il sabato e la domenica sia di mattina che di pomeriggio e la visita degli animali da compagnia di piccola e media taglia, che amino l’arte, è ben gradita.

Nel vicino comune di Tavarnelle Val di Pesa, vi consigliamo di visitare il borgo fortificato di Badia a Passignano. All'arrivo si offre una vista a perdita d'occhio sulle vaste colline ricoperte da ulivi e vigne e su una piccola sommità si erge l'abbazia dell'ordine dei Benedettini di Vallombrosa. Fuori dalle mura della Badia potrete passeggiare piacevolmente con il vostro Fido e ammirare il piccolo borgo di Passignano, con la sua casa torre del XII secolo e la chiesa di San Biagio.

Finite le energie consumate scorrazzando all'aria aperta, potete entrare ma lasciando il vostro cane all'esterno, magari alle cure dei non amanti dell'arte, e scoprire i tesori del monastero. Si consiglia di richiedere la visita, che di solito si può effettuare la domenica pomeriggio, alla piccola comunità di monaci vallombrosani che vi dimorano e si prestano volentieri come guide. L'ingresso dell'abbazia porta su una piazzetta contornata da due torri. Sul chiostro affacciano il refettorio, la cucina e le stanze capitolari che possono essere visitate. Nel refettorio si può ammirare l'affresco dell'Ultima Cena di Domenico e Davide Ghirlandaio, e all'interno dell'abbazia si trova anche un’affascinante biblioteca ricca di pergamene e libri antichi.

Dirigendosi verso Barberino Val D'Elsa, ci si imbatte in un altro suggestivo piccolo borgo fortificato, che conserva ancora il suo aspetto medievale, con le grandi mura, le case-torri e le grandi porte di accesso alla città. Qui si può far visita al Parco Botanico del Chianti, suddiviso in diverse aree: il Giardino, il Bosco e l'Osservatorio Polifunzionale. Il Parco si può visitare in tutte le stagioni dell'anno con la possibilità di essere accompagnati nel percorso da guide ambientali, prenotando 3 giorni prima e meglio se attrezzati con scarpe robuste per camminare più agevolmente e godere al massimo del contatto con la natura. I nostri amici a quattro zampe sono i benvenuti e possono approfittare degli spazi estesi, anche senza guinzaglio, ma sempre tenuti sotto controllo e facendo attenzione a raccogliere le eventuali deiezioni

Arrivati a Greve in Chianti, terra natia del navigatore Giovanni da Verrazzano, imboccherete Piazza Matteotti, detta il Mercatale, che propone prodotti dell’artigianato locale e una gran varietà di prelibatezze tipiche. In questa piazza, durante l'anno, si tengono diversi eventi come la fiera dell'antiquariato, il festival del vino Chianti classico e il festival dei fiori. Potrete passeggiare con il vostro cane sotto le logge ad arco che sono collocate sui tre lati della piazza e che forniscono, soprattutto in estate, una piacevole ombra. La Chiesa di Santa Croce conserva opere di grandi artisti fiorentini come Andrea della Robbia. Da non perdere è anche l’Enoteca Falorni, storica cantina del Chianti, considerata il “tempio del vino” con oltre 1000 etichette selezionate e più di 100 vini in degustazione. Questa è una struttura toscana pet-friendly 100% ed è attrezzata per accogliervi con i vostri cuccioli. Situata nel sottosuolo del centro storico, proprio dove fu realizzata la prima grande cantina, vi accoglierà con le sue ampie aree a volte di mattoncini, corridoi e piccole stanze, anticamente usate come tini per la raccolta dell'uva. Qui si percepisce tutta la storia e il valore che la cantina, gestita negli anni da proprietari celebri, ha rappresentato per l'economia della zona del Chianti.

Percorrendo la strada principale si arriva a Panzano in Chianti, famosa negli ultimi anni per l'Antica Macelleria Cecchini, dove si taglia la bistecca alla fiorentina decantando la Divina Commedia. Questo antico borgo offre una splendida vista panoramica: camminando attorno all’antico castello potrete infatti ammirare il paesaggio circostante.

Una meta da non perdere nel Chianti è la visita al borgo di Montefioralle e alla vicina località di Convertoie, da dove potrete godere di un panorama mozzafiato. Il paese si sviluppa intorno alla parte più elevata che corrisponde all'antico insediamento feudale. Il borgo, nato e cresciuto intorno all'antico castello, è composto da una strada radiale dalla quale si spiegano i vari vicoletti, tutti legati al cassero feudale. Nella camminata intorno all'abitato lungo le mura di cinta, potrete scorgere i resti di alcune torri, oggi convertite in abitazioni, e le tre porte di accesso aperte direttamente nelle mura.

Visitare il Castello di Verrazzano con il cane

Vi trovate nel Chianti fiorentino con il cane e non avete ancora provato la degustazione di vini e una visita in cantina? Il Castello di Verrazzano vi offre la possibilità di passeggiare liberamente con il vostro cucciolo nei giardini e ammirare il castello con la sua torre centrale, costruita nel tardo periodo Romanico e anticamente usata per controllare tutti i movimenti tra Firenze e Siena.

Il Castello di Verrazzano è stata la dimora di Giovanni da Verrazzano, il navigatore che ha scoperto la baia di New York, ed è uno degli edifici più importanti della valle del Chianti. La famiglia, che apparteneva alla fazione fiorentina dei Guelfi e per questo al centro di contrasti e dispute, oggi viene ricordata con un altare e varie tombe nella chiesa di Santa Croce a Firenze.

Il Castello organizza il “wine tour” con visita alle cantine e degustazione, oppure il pranzo o il ristoro completo. Vi consigliamo di contattare il castello per prenotare la visita più adatta alle vostre esigenze. Sia per il pranzo che per la visita in giardino potrete avere accanto il vostro cucciolo; per il giro in cantina, vista la preparazione di alimenti, è consigliato di portare i cani di piccola taglia in braccio o nell’apposito trasportino.