Visitare Frasassi con il cane

Visitare Frasassi con il cane

Il Parco naturale regionale della Gola della Rossa e di Frasassi, con i suoi 10.000 ettari circa, è definito “cuore verde delle Marche” ed è la più grande area protetta della regione. Comprende il comune di Arcevia, Genga, Serra San Quirico e Fabriano.

Sicuramente il luogo è conosciuto per le bellissime Grotte di Frasassi, ma tutto il parco offre un paesaggio ricco di fascino dove potrete muovervi liberamente in compagnia dei vostri amici animali. Questi sono i benvenuti, ma ovviamente, per tutelare la loro incolumità, vanno tenuti sempre al guinzaglio.

Un’oasi ricca di natura, con aspre gole intervallate da rilievi pre-appenninici e colline, ma anche di storia e archeologia, come nel caso del Parco archeologico di Sentinum a Sassoferrato.

Nelle vicinanze vi consigliamo di visitare la Gola Rossa, dove le sue pareti scoscese raccontano una storia di circa 210 milioni di anni fa. L’area è costituita quasi totalmente da calcite e le rocce sono ricche di fossili. Vi consigliamo di portare una zaino ben organizzato, con acqua e cibo in quanto nella zona sono assenti aree ristoro. A nord di Genga, c’è anche la meravigliosa Valle Scappuccia delimitata dal Monte Picco, Monte Termine e Monte Piano. La valle può essere raggiunta facilmente a piedi (seguendo i sentieri n. 1,2,32 e 33), ma anche in auto. Anche Valle di Fossi è particolarmente suggestiva: ai più allenati consigliamo di andare alla scoperta del bosco del monte Predicatore, così da giungere al Lago Fossi.

Le Grotte di Frasassi (http://www.frasassi.com/) sono bellissime grotte carsiche sotterranee che si trovano nel comune di Genga. Sin dall’ingresso, chiamato Abisso Ancona, si comprende l’immensa unicità delle grotte: sin dalla prima cavità si rimane a bocca aperta per l’ampia veduta… così grande che potrebbe persino contenere il duomo di Milano! Dal 1974 le grotte sono aperte al pubblico che possono percorrerle seguendo i diversi percorsi. Nelle grotte purtroppo sono ammessi solo i cani di piccola taglia che oltre tutto devono essere tenuti in braccio durante l’intero percorso; per tutti gli altri amici a 4 zampe c’è a disposizione un dog parking.

Genga è un piccolo centro abitato che sorge sulle alture delle valli e si adagia su una parte rocciosa del monte Giunguno. Il suo castello conserva gran parte delle mura, entrando dall’unica porta ad arco si arriva velocemente sulla parte più alta da dove si osserva l’intera veduta della vallata. Nelle vicinanze vi consigliamo di andare a visitare, oltre le famosissime Grotte di Frasassi, il tempio di Valadier.

La città di Fabriano, in provincia di Ancona, è nota a molti per la produzione di carta. Nel 2013 è stata riconosciuta anche dall’Unesco come “città creativa” ed è stata anche inserita nella categoria “Artigianato, arti e tradizioni popolari”.

Qui è possibile visitare il Museo della Carta e della Filigrana (http://www.museodellacarta.com/) insieme ai vostri amici animali, ovviamente tenuti al guinzaglio, purché non costituiscano un intralcio al regolare svolgimento delle attività. Il museo, ospitato dall’ex convento dei padri domenicali, mostra una fedele riproduzione della gualchiera medievale che serviva per fabbricare la carta a mano. Durante la visita guidata è possibile assistere alle dimostrazione della produzione della carta, con tutto il suo ciclo. Al termine è possibile acquistare numerosi prodotti artigianali o iscriversi ai laboratori didattici.