Visitare Montefeltro con il cane

Visitare Montefeltro con il cane

Il Montefeltro è una regione storica nell’Appennino Centrale, a cavallo tra Marche, Emilia Romagna, Toscana e Repubblica di San Marino; comprende numerosi comuni, piccoli borghi incastonati su colline intervallate da speroni rocciosi. Montefeltro ospita il Parco Naturale Regionale del Sasso Simone e Simoncello luogo ideale per fare trekking e respirare aria pulita in compagnia dei nostri amici cani. L’intera zona, prevalentemente montuosa e collinare, racconta di un passato antico, ancora visibile grazie ai numerosi castelli, rocche e piccoli borghi medievali: qui si respira un’aria ancora selvaggia, panorami non urbanizzati che vi lasceranno a bocca aperta.

Marche

Per una gita fuori porta, vi consigliamo di visitare il piccolo centro di Urbania, antica residenza estiva dei Duchi di Montefeltro, con il suo Ponte Romano (uno dei 10 ponti più belli della regione) e il Palazzo Ducale dove si può entrare anche in compagnia dei nostri cagnolini. Da non perdere anche il borgo di Frontino, caratterizzato dalla torre completamente rivestita dal verde della vite, Macerata Feltria con le sue terme e il castello sulla collina, il borgo di Sassocorvaro con la sua Rocca Ubaldinesca a forma di tartaruga, e, ideale per un pic-nic all’aria aperta, il vicino lago Mercatale. Poco distante, ma assolutamente da non perdere, la famosa città di Urbino, capitale del Ducato di Montefeltro, con il suo Palazzo Ducale, che la rese in passato “La città ideale”, la Galleria Nazionale e tutte le sue chiesette che narrano ancora oggi la storia di Raffaello Sanzio. Urbino, capoluogo della provincia, fu in passato uno dei centri più illustri del Rinascimento Italiano e oggi è Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO. Di maestosa bellezza è il Palazzo Ducale, che in realtà non è un semplice “palazzo”, ma piuttosto una piccola città fortificata costruita nel 1444 dal colto e raffinato Federico da Montefeltro che desiderava trasformare Urbino in una vera e propria “città ideale”, dove gli artisti potevano soggiornare e lavorare con serenità. Oggi, il Palazzo Ducale ospita la Galleria Nazionale delle Marche con opere di Tiziano, Piero della Francesca e Raffaello. Purtroppo qui i cani non possono entrare, tuttavia sono ben voluti i cani di piccola taglia nella Casa di Raffaello Sanzio, ai tempi residenza del padre dove il giovane artista iniziò a dipingere e che custodisce ancora oggi alcune sue importanti opere. Uscendo fuori dalle mura, è possibile ammirare anche la statua dedicata al noto pittore. Accompagnati dal nostro amico a 4 zampe è possibile visitare anche l’Oratorio San Giovanni che custodisce importanti affreschi del 1400 tra cui il ciclo d’affreschi che rappresentano la Crocifissione di Cristo. Il borgo di Sassocorvaro è adatto ad una gita fuori porta in compagnia del nostro amico a 4 zampe. Da visitare è la Rocca Ubaldinesca, costruita nel 1475, che si affaccia sulla valle del fiume Foglia. La fortezza, a forma di tartaruga, è conosciuta con il nome “arca dell’arte” in quanto, durante la seconda guerra mondiale, fu utilizzata per nascondere più di 10.000 opere dai nazisti. Poco distante si estende il lago Mercatale che, nella sua semplicità, si presta bene per un pic-nic di primavera. Il laghetto artificiale, circondato dai boschi, è perfetto per chi ama praticare qualche sport acquatico, ma anche per chi desidera rilassarsi senza rinunciare a qualche comodità: la zona è attrezzata con impianti sportivi, parco giochi per bambini, zona camper e un punto ristoro. La balneazione è consentita, in base alle condizioni del lago, solo in un’area limitata. Il Parco Naturale del Sasso Simone e Simoncello (http://www.parcosimone.it/) è un’area protetta e si trova in parte in provincia di Rimini, in parte in quella di Pesaro Urbino. Il Parco prende il nome dall’enorme blocco di roccia calcarea che si erge dalle montagne dell'Appennino riminese e domina la regione; il nome Simone, invece, si deve a un eremita che si stabilì qui in ritiro spirituale. Nel Parco, grande quasi 5.000 ettari, i nostri amici a 4 zampe possono divertirsi, rimanendo però sempre al guinzaglio. Il paesaggio collinare-montuoso ha quote cha vanno dai 670 i 1415 m s.l.m. ed è perfetto sia per gli esperti di trekking, sia per i principianti che rimarranno soddisfati dai sentieri puliti, ben segnalati e per lo più all’ombra. Tra i numerosi ruscelli i nostri amici cani potranno rinfrescarsi e giocare coi loro padroni. Nell’intera zona la flora è meravigliosa con i suoi boschi, pascoli, prati e praterie. Un itinerario semplice, di circa 2 ore, parte da Ponte Cappuccini, nel comune di Pietrarubbia (sentiero 107) e prosegue fino a Monteboaggine: il fitto bosco è accompagnato da strati rocciosi tipici del monte Carpegna. Arrivati in cima c’è una torre medievale recentemente restaurata e, a seguire, un piccolo cimitero abbandonato. Arrivati in cima la vista è mozzafiato: la fatica sarà ben ricompensata.

Emilia Romagna

Montefeltro col suo parco regionale del Sasso Simone e Simoncello è un luogo da visitare con il cane. Il paesaggio è ricco di una flora rigogliosa: boschi, prati, pascoli e sentieri per lo più percorribili agilmente. Gli amici a quattro zampe possono rinfrescarsi tra i ruscelli e giocare con i padroni in un’atmosfera di completo relax. L’intero territorio racconta tempi lontani, un passato che è visibile nei castelli, rocche e incantevoli borghi medievali. Montefeltro offre percorsi su misura con ampia scelta da nord a sud. Una zona turistica da non perdere per chi ama l’arte e la bellezza, è il viaggio tra le opere del pittore Piero della Francesca. Due ricercatrici nei loro dipinti hanno ritrovato i panorami tipici delle colline del monte Ferrato, nei quali il visitatore può immergersi tra sogno e realtà.