Residence Il Cortile

Via Torino 67, Sant'antonino Di Susa Sant'antonino Di Susa TO - Piemonte
Contatta - vedi su mappa

Animali Ammessi

  • Cani taglia Piccola
  • Cani taglia Media
  • Cani taglia Grande
  • Gatti
  • Altri Animali

Servizi per Animali

  • Ciotole
  • Veterinario
  • Cibo

Servizi Struttura

  • Accesso Disabili
  • Accetta Carte di Credito
  • WiFi/Internet Point
  • Parcheggio Privato
  • Biciclette
  • Tv

Descrizione

Il complesso è formato da cinque appartamenti per vacanze, ideali per ospitare dalle due alle otto persone: due sono quadrilocali disposti su due piani e con doppi servizi, e tre sono bilocali con quattro posti letto, tutti dotati di riscaldamento autonomo a metano e ampio garage privato, in grado di contenere comodamente vetture, biciclette e attrezzature sportive.

Gli appartamenti sono molto spaziosi, dotati di accesso sicuro e protetti da un codice numerico personale, di balcone privato e riscaldamento autonomo a metano. Gli arredi sono moderni e funzionali: le cucine sono attrezzate di stoviglie e complete di elettrodomestici, mentre i bagni sono ampi e dotati di asciugacapelli. Due degli appartamenti del residence, un quadrilocale e un bilocale, sono attrezzati per il soggiorno dei disabili, e sono serviti da un ascensore che consente di superare la rampa di scale, hanno ingressi e porte interne agevoli e bagni attrezzati di servizi idonei e piatto doccia a pavimento.

Il residence si trova a Sant'Antonino di Susa, un paese della provincia ovest di Torino. Il comune è situato a 400 metri di altitudine, ed è raggiungibile tramite la linea ferroviaria Torino Bardonecchia / Modane - Parigi.La Val di Susa, che ha ospitato le recenti olimpiadi invernali, si trova al centro di efficaci collegamenti stradali e autostradali con Torino, l'Alta valle di Susa ( Oulx, Bardonecchia, Sestriere), e con la Francia alla quale è collegata tramite il traforo del Frejus, il valico delMoncenisio e quello del Monginevro.


Nei Dintorni

Sant'Antonino di Susa si trova proprio nel centro della Valle; già nel paese e dintorni abbiamo alcune interessanti proposte per chi ci visita. Da visitare la chiesa centrale del paese, che fu ampliata nel 1698 e mantiene dell'aspetto originario il campanile romanico, dichiarato monumento nazionale. Poco a monte nella frazione Cresto, lungo la mulattiera che conduce a Col Bione, si può vedere un interessante masso inciso, la pera ‘d le masche (roccia delle streghe): sull'uniforme superficie litica sono distinguibili 120 incisioni preistoriche a forma di coppella. Nel confinante paese di Vaie si trova un interessante percorso archeologico con relativo museo di archeologia sperimentale, la chiesa di S.Margherita (1856) e il santuario di San Pancrazio, risalente all'XI secolo. Percorrendo quattro chilometri verso Torino troviamo il Monte Pirchiriano con in cima la famosissima Sacra di San Michele, monumento simbolo del Piemonte; fondata verso l'anno 1000, l'abbazia fu dedicata a San Michele ed ospita belle sculture romaniche del maestro Nicolao.

Proseguendo verso Torino incontriamo Avigliana, nella quale potrete visitare le rovine del castello sabaudo, distrutto nel 1691, il Santuario della Madonna dei Laghi (1642) meta di pellegrinaggi dal 1300, il Museo situato nell'ex Dinamitificio Nobel, e la torre dell'orologio che edificato nel 1330 fu il secondo costruito in Italia dopo quello di Sant'Eustorgio a Milano.

Nel paese di Rosta troviamo la precettoria di Sant'Antonio di Ranverso,risalente al 1121; Sono famosi gli affreschi del presbiterio attribuiti a Giacomo Jaqueiro, la “Salita al Calvario”, i “Profeti dell'Antico Testamento”, “ La Vergine e il Bambino” e le “Storie di S. Antonio”. Vi sono inoltre affreschi raffiguranti “ La Natività ” e le raffigurazioni dei Santi.

Infine prima di giungere alla città di Torino, consigliamo di visitare il Castello di Rivoli, risalente al 1280: fu residenza di Amedeo VI (Il Conte Verde), di Emanuele Filiberto, Vittorio Amedeo I, II e III e vide nascere tra le sue mura Carlo Emanuele I. Il restauro, terminato nel 1984, ha restituito alla città di Rivoli il suo monumento più bello, facendone una degna sede del prestigioso Museo di Arte Contemporanea.I castelli di San Giorio, di Bruzolo diCaselette, di Milanere, di Villar Dora, del Conte Verde nel paese di Condove, Castel Borello e Castello degli Allais in Bussoleno. • Le abbazie di Novalesa (Novalesa) e diMontebenedetto (Villarfocchiardo).•  Cascina Roland (Villarfocchiardo), che conserva un masso erratico che la tradizione vuole spezzato dalla leggendaria spada di Orlando. •  Il Maometto (Borgone di Susa), edicola sulla parete di un grosso masso.Se desiderate invece visitare l'alta valle da Sant'Antonino proseguite verso la città di Susa: qui potrete visitare l'Arco di Augusto, le rovine e l'arena romane, porta Savoia e i resti delle terme graziane, la cattedrale di San Giusto e il museo. Salendo incontrerete il forte di Exilles di cui si hanno notizie già del 1155, nel Seicento fu trasformato in una moderna fortezza, che divenne la prigione del celebre e misterioso personaggio celato dalla Maschera di Ferro. Gli ampi locali della fortezza oggi ospitano allestimenti museali dedicati alla storia delle uniformi delle truppe di montagna e all'evoluzione della fortificazione alpina. Importante, a monte di Exilles, il Colle dell'Assietta ( 2472 m ) dove il 19 luglio del 1747 si combatté la celebre battaglia che vide la vittoria degli Austro-piemontesi contro gli invasori francesi diretti a Torino. Salendo ancora sono degni di nota il Forte Bramafam, eretto sul costone omonimo al margine orientale della conca di Bardonecchia, che per estensione ed armamento può essere considerata la maggiore opera fortificata ottocentesca costruita sulle Alpi Cozie.


Nei Dintorni con Animali

La zona è ricca di attrattive proprio a pochi passi, tra le quali i numerosi boschi e sentieri immersi nella natura, adatti per rilassanti passeggiate con i vostri amici a quattro zampe.